PODENZANOUn centro sportivo letteralmente rilanciato, «un vero biglietto da visita non solo per Podenzano, ma per tutta la Valnure».

C’erano davvero tante personalità del mondo dello sport e della politica all’inaugurazione dei due nuovi campi da tennis al Valla di Podenzano. Oltre al presidente dell’associazione Tennis Pode Daniele Margarita e al sindaco di Podenzano Alessandro Piva, all’evento c’erano anche il sottosegretario Paola De Micheli, fresca presidente della Legavolley, il delegato provinciale del Coni Robert Gionelli, il presidente provinciale della Fit Gianni Fulgosi con il consigliere Amelio Grassi, il sindaco di Vigolzone e presidente della Provincia Francesco Rolleri e il tennista professionista cremonese Mauro Bosio, frequentatore abituale dei campi di casa nostra nonché finalista ai campionati provinciali di un anno fa. E’ stato proprio lui, autentico conoscitore di ogni superficie, a complimentarsi con chi ha deciso e realizzato i nuovi campi. Si tratta di due strutture moderne e adeguate alle nuove tecnologie del settore. La superficie è stata infatti realizzata in terra battuta sintetica, terreno di gioco che garantisce solidità e versatilità, una praticabilità illimitata nell’arco di tutto l’anno e ottime performance di gioco.

Nei prossimi mesi i due campi saranno coperti da palloni pressostatici per un’opera complessiva costata sui 200mila euro. A realizzarla la stessa associazione Tennis Pode del presidente Daniele Margarita che, con il Comune di Podenzano, aveva siglato una convenzione per la gestione delle strutture per i prossimi 15 anni. «Abbiamo contribuito a rendere più attraente il centro sportivo di Podenzano – ha detto Margarita – capitalizzando al meglio quello che già c’era. Credo che questi campi rappresentino per tutta la Valnure un’offerta tennistica di grande livello. Il fatto che i lavori siano stati realizzati con fondi di privati, senza contributi pubblici, è un esempio che mi auguro possa essere seguito in futuro anche da altri che vogliono investire nello sport. Continuo a pensare che lo sport resti veicolo importante per la divulgazione di principi e valori». Un concetto, quest’ultimo, rimarcato da De Micheli , dallo stesso Gionelli e da Fulgosi. Il movimento tennistico piacentino sta infatti vivendo una sorta di rinascimento.

Rolleri ha annunciato che anche a Vigolzone presto ci sarà un campo completamento rinnovato. La convenzione tra il Tennis Pode e il Comune ha anche permesso la realizzazione di un campo da calcetto sintetico (grazie all’accordo con i titolari dell’area) sorto al posto di uno dei due campi da tennis vecchi.

Marcello Pollastri